A proposito di monolocali…

A proposito di monolocali, eccovi qualche consiglio e qualche idea progettuale per sfruttare al meglio il poco spazio a disposizione che normalmente i mini appartamenti offrono. Nell’esempio che vi riporto con una serie di immagini 3D, vi mostro come sia possibile creare un ambiente accogliente e funzionale, nonostante le dimensioni ridotte. 🙂

Per una persona come me che adora organizzare cene e pranzi tra amici, avere una cucina che sia comoda ma soprattutto completa è fondamentale. Nelle foto che vedete la cucina è posizionata sulla parete opposta all’unica fonte di luce naturale: questo ci costringe a dover sempre tenere la luce accesa mentre si cucina o si mangia. Una soluzione, rispetto alla classica sospensione centrale, può essere una lampada ad arco che dà luce non solo al tavolo ma anche al piano di lavoro; è anche possibile optare per l’installazione di faretti al di sopra dei pensili, che puntino verso il soffitto, in modo da dare una sensazione di luce diffusa e non fastidiosa. E’ inoltre consigliato, per evitare di dover sempre tenere le luci della cappa accese, pensare di aggiungere dei faretti (o barre led, più costose ma decisamente più durature e meno dannose) sotto i pensili, lungo tutta la lunghezza della cucina, in modo da avere sempre il piano di lavoro illuminato. Nell’esempio è possibile vedere come alla nostra cucina non manchi nulla, nemmeno la lavatrice 🙂

Questa zona di lavoro, oltre ad essere lontana dalla luce, è anche lontana dalla zona di ingresso e di soggiorno/notte: ottima cosa. Spesso capita che la cucina si trovi di fronte o a lato della porta principale; la posizione attuale, invece, permette di avere una certa privacy e di non avere la sensazione che sia tutto sempre in disordine. E’ possibile, per chi proprio non la vuole vedere, aggiungere una schermatura, fissa o mobile, come nell’esempio (porte a vetri scorrevoli, altezza soffitto; paraventi leggeri; librerie bifacciali).

Il resto della casa invece si sviluppa nel grande ambiente su cui la porta si apre: di fronte troviamo la zona TV, con elementi bassi e pensili utili anche per la cucina (di spazio non ce n’è mai abbastanza 😉 ) e 2 elementi alti che fungono da armadi per la zona notte. Tutto in bianco, per essere meno d’impatto possibile, con ante rese leggere dal vetro neutro. Di fronte troviamo il divano, ovviamente letto, con un paio di appliques per poter dare anche in questo caso una luce diffusa. Nel caso della separazione dalla cucina, la lampada ad arco può essere usata in soggiorno come ottima sostituta della sospensione centrale.

Ho dato anche un tocco di colore alla casa: troppo spesso sento dire che il bianco illumina, che il bianco allarga, che il bianco alleggerisce. Sono d’accordo; ma non necessariamente bisogna avere una casa simile ad un ospedale!Soprattutto quando le dimensioni sono comunque ridotte…così ho preferito caratterizzare la casa con 3 colori dominanti: bianco per l’arredo (cucina, TV, armadi), grigio per i rivestimenti e pareti (pavimento, retro cucina, pareti divano) e arancione per dare un tocco di colore e di vivacità. Non è eccessivo né fastidioso, nonostante la forte presenza sulla parete lunga; è mitigato molto dal bianco e dal grigio di due tonalità che amalgama l’ambiente rendendolo caldo, accogliente e giovane.

Annunci
A proposito di monolocali…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...