Top cucina

Abbiamo parlato di tutti i possibili rivestimenti per le pareti dell’ambiente cucina, con la possibilità di mescolarli tra loro; vediamo ora cosa ci offre il mercato per i piani di lavoro della nostra cucina, tra nuove tecnologie e vecchie conoscenze.

In passato, parliamo di almeno 50 anni fa, il top della cucina (e, a volte, anche del tavolo) era costituito da una lastra piuttosto spessa di marmo, considerato il materiale più resistente e igienico da utilizzare; ovviamente il marmo è un materiale naturale e come tale può subire deformazioni o trasformazioni nel tempo, per la temperatura, l’umidità, il calore e le macchie. Anche per questo, oltre che per il costo non indifferente, col tempo si è abbandonato questo materiale e ci si è rivolti ad uno sintetico e industriale, come il laminato; di questo ce ne sono davvero infinite varianti, dagli spessori ai colori alle finiture superficiali (liscio, effetto pietra, lucido, opaco…) ed è un materiale alla portata di tutti, che permette un utilizzo comunque libero del piano della cucina, nonostante sia una lastra di truciolare ricoperta da un foglio di materiale plastico.

Come sempre accade, nuove possibilità si sono presentate per la scelta migliore; oggi, possiamo optare anche per un materiale in gran parte naturale come la quarzite (95% di polvere di quarzo e 5% di additivi per la compattezza della polvere), un materiale praticamente indistruttibile come il marmo un tempo, ma senza le fastidiose problematiche. Questo, infatti, non si altera con il tempo, non si macchia, non cambia colore; ovviamente, come per tutti i materiali, bisogna fare attenzione alle temperature elevate ed evitare di metterlo a contatto con pentole o piani incandescenti (questo potrebbe provocare uno shock termico). Per il resto, è un materiale adatto a qualunque utilizzo, anche per le cucine professionali, si presenta in numerose finiture, spessori, colori e può essere modellato in qualunque forma, senza per questo perdere in resistenza e durezza.

Altra tipologia di piano molto resistente è il Corian, inventato e prodotto dalla Dupont, con caratteristiche simili al quarzo ma con la possibilità di una lavorazione e modellazione ancora più importante; è un materiale costituito da 2/3 di idrossido di alluminio e 1/3 di resina acrilica, che lo rendono particolarmente adatto alla lavorazione al tornio, come il legno, permettendo di produrlo in qualunque forma. Con questo materiale, il lavello (del bagno e della cucina) sono integrati nel top, costituiti dallo stesso materiale rendendo l’effetto di continuità che nessun altro materiale riesce ad ottenere.

Non dimentichiamo, poi, la possibilità di avere il piano della cucina in acciaio, in vetro, in pietra, in piastrelle, in legno…a seconda dello stile e della moda, il piano della cucina risponde ad ogni vostro capriccio ;-).

             

Annunci
Top cucina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...