Cucina-soggiorno

Quando decidiamo di mantenere un unico ambiente per la cucina e la sala da pranzo, ci sono alcuni accorgimenti che sarebbe opportuno tenere in considerazione.

Prima cosa, il pavimento; di sicuro vi sarà capitato di visitare qualche appartamento in vendita o in affitto dove la cucina dovrebbe essere a vista sul salotto. Bene, normalmente si predilige un pavimento caldo e accogliente, come il parquet, che però in cucina è decisamente da scartare sia per la sicurezza (il legno non ama né l’acqua né il fuoco) sia per la praticità. Nella nostra situazione, spesso si ovvia a queste problematiche inserendo nella pavimentazione una striscia di grès porcellanato, almeno per la lunghezza e profondità degli elementi della cucina, che non vincola nell’uso dell’ambiente. Con questa scelta bisogna fare attenzione nel selezionare i colori più adatti e più facilmente combinabili, sia del legno che delle piastrelle, altrimenti si rischia di fare un’arlecchinata 😉 Se poi immaginate di dover inserire anche del colore nella cucina, allora è proprio il caso che la scelta sia fatta in modo oculato e prudente.

Per ovviare a questo, si può optare per la scelta di un grès parquet che ha tutte le caratteristiche cromatiche del legno ma evita ogni sorta di problematica funzionale e di gestione, permettendovi di avere una continuità materica nella stanza.

Seconda cosa, il rivestimento; sappiamo già tutte le tipologie possibili, ma quando si tratta di una cucina a vista bisogna dare sfogo anche alla parte puramente estetica, oltre che funzionale. Per questo spesso si opta per mantenere, nel caso del pavimento in piastrelle, la stessa tonalità e forma nella piastrella del rivestimento, per dare un’idea di continuità verticale alla parete; oppure si predilige mantenere la continuità con il top della cucina, scegliendo quindi di applicare degli schienali, a tutta altezza o meno, che risaltano il colore e il materiale scelto. In entrambi i casi, è consigliabile mantenere delle tonalità piuttosto neutre, per poter dare libero sfogo alla creatività nella colorazione delle pareti o degli arredi, senza vincolarsi al pavimento e al rivestimento.

Terza cosa, la posizione; se state ristrutturando, è importante decidere al meglio la posizione di ogni singolo elemento della cucina e, poi, della cucina all’interno della stanza. L’ideale sarebbe tenere la cucina meno in vista possibile, rispetto all’ingresso dell’abitazione e dare più spazio e visibilità alla zona dei divani e del tavolo da pranzo; quando questo non è possibile, io consiglio sempre di rendere l’arredo della cucina quasi invisibile rispetto a tutto il resto, proprio come per il rivestimento. Questo perchè, essendo un unico ambiente dove devono convivere situazioni diverse tra loro (cucinare, mangiare, conversare, rilassarsi) è utile che tra loro gli arredi non entrino in conflitto. Per fare questo, si può rendere “inoffensiva” la cucina, scegliendo materiali opachi con colori neutri e magari senza maniglie, in modo da rendere l’ambiente quasi un tutt’uno con la parete retrostante; oppure, se la neutralità non è il vostro forte, si può decidere di caratterizzare ogni spazio a seconda della funzione. In questo caso, quindi, potrete scegliere un tema, o colore, da abbinare alla zona della cottura, alla zona del pranzo e della cena, alla zona del relax e della TV; così avrete suddiviso, senza separare fisicamente, gli spazi e potrete godervi la vostra casa al meglio delle sue possibilità. Oppure ancora, perché no, usare gli stessi elementi (in colore e finitura) sia per la zona della cucina che per quella del soggiorno, risaltando quindi la continuità materica all’interno dell’intero ambiente.

Annunci
Cucina-soggiorno

2 pensieri su “Cucina-soggiorno

  1. Emanuel ha detto:

    Ciao, ho appena comprato casa ed ho un’ambiente unico sala-cucina di circa 18/19 mq.

    3,7 m
    ______________________
    | ZONA CUCINA |
    |______________________|
    | |
    | C |
    | |
    | | 5 m
    | |
    | A |
    | |
    Porta per |
    Disimp. <– |
    |______B_______ __ |
    ^
    |
    ingresso

    Alla fine è come dici nel tuo post, nella zona per la cucina c'è una striscia di gres porcellanato. Nel resto della stanza ho del rovere bianco.

    Nella parete (punto "B") vorrei mettere un bel mobile con una TV attaccata al muro. Nella zona A vorrei mettere un divano angolare.

    Ho qualche dubbio:
    1. Un tavolino anche piccolo per mangiare?
    2. Penisoletta o no in zona C?
    3. Soluzione carina per dividere le due aree?
    4. Mettere il divano in una posizione diversa?

    Sembri una persona molto creativa, hai qualche suggerimento.

    Grazie mille… 🙂

    1. Ciao Emanuel!Sarei molto felice di darti qualche piccolo consiglio e suggerimento; riusciresti a mandarmi una piantina, anche indicativa, con le misure delle zone interessate?Così potrei consigliarti le soluzioni che mi sembrano più adatte alla tua situazione 🙂 Puoi mandarmela all’indirizzo mail: valentina.morlacchi@gmail.com
      Grazie per i complimenti!
      Valentina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...