Un posto per tutto(i)

Quando si progetta uno spazio abitativo, specialmente la cucina, si cerca sempre di pensare ad ogni possibile evenienza: distanza tra lavello e piano cottura, tra lavello e frigorifero, spazio per contenere posate/tovaglie/piatti/pentolame, spazio per lavorare (se si ha la possibilità) e tutto quello che potrebbe essere utile in cucina e per cucinare.

Ma quando, improvvisamente, si acquista il robot da cucina che si è sempre desiderato e lo si porta a casa, tutte contente e soddisfatte, ci si accorge di una cosa fondamentale: dove lo metto?!?Perchè, come detto, si è pensato a tutto tranne a questo; spazio per il robot non ce n’è ma noi, caparbie, troveremo un angolino in fondo alla colonna forno o in alto sull’ultimo ripiano del pensile sopra il frigo e lo posizioneremo là. Certo, decisamente scomodo se si preparano frullati, verdure e torte un giorno sì e uno no; ogni volta ci sdraieremo sul pavimento o ci inerpicheremo su una sedia traballante. Ma perchè complicarsi la vita in questo modo, quando si potrebbe risolvere il problema riorganizzando la disposizione della cucina?Non intendo dire di spostare basi o pensili, ma di riorganizzare l’interno, disponendo ogni cosa nel posto giusto e più comodo al suo utilizzo.

Per esempio, un buon metodo per gestire al meglio lo spazio potrebbe essere suddividere ciò che dobbiamo riporre in ordine di grandezza e di utilizzo; ciò che si utilizza più spesso andrà disposto o in basso o nella parte inferiore dei pensili in modo che sia comodo da raggiungere senza prendere la scala. Inoltre, tra questi oggetti, quelli più grandi vanno disposti prima e via via al loro interno metteremo quelli più piccoli (penso a pentole e padelle). Quello che invece usiamo di rado e che può ingombrare lo potremo riporre nella parte alta dei pensili, sopra il frigo o nella parte più lontana della colonna forno/dispensa. Altro metodo, che può integrarsi con il primo, può essere quello di suddividere gli oggetti in base alla loro funzione: elettrodomestici con elettrodomestici, piatti con piatti, pentole con pentole; perchè spesso capita di mischiare la padella per friggere con il tostapane, o la pentola per la pasta con la teglia da forno. Ad ogni “categoria” serve un posto preciso e definito, in modo da dimezzare il tempo sprecato a cercare ciò che serve; perchè si perde più tempo a scoprire dove si è nascosto lo scolapasta che a cucinarla, la pasta 😉

Annunci
Un posto per tutto(i)

Un pensiero su “Un posto per tutto(i)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...