Top:istruzioni per l’uso

Chi di voi maltratta quotidianamente il piano della propria cucina? E chi invece, tra voi, lo tratta come una reliquia sacra da non profanare? Beh, tra i due comportamenti per fortuna esiste un’ottima via di mezzo che potrebbe aiutarvi a vivere meglio e con più soddisfazione la vostra vita ai fornelli 🙂

Ogni piano di lavoro ha le proprie caratteristiche, a seconda di quale materiale scegliate per farlo; abbiamo già affrontato qualche tempo fa la differenza tra il laminato, il quarzo, l’acciaio e addirittura il cristallo. Tutti questi materiali, però, hanno comunque necessità di essere in qualche maniera coccolati; non ci vuole molto, solo un briciolo in più di attenzione.

Prima regola basilare: MAI, e dico MAI, appoggiare sul piano una pentola/padella appena tolta dal fuoco!Qualunque sia il materiale del vostro piano, rischiate di rovinarlo in modo irreversibile. Lo sbalzo termico dovuto al contatto con una superficie così calda può provocare: aloni, modifica della grana e del colore, scollamento della patina superficiale, deformazione della superficie e rottura del piano (nei casi più gravi). Proprio ieri sono stata contattata da una cliente il cui piano in granito sta cadendo letteralmente a pezzi: questo è dovuto al calore della lavastoviglie e del forno sottostanti, nonché dalla sua avventata decisione di usare il piano come un sottopentola :S

Seconda considerazione: usare prodotti adatti alla pulizia di ogni specifico piano. Non tutti i prodotti vanno bene per tutti i materiali; ad esempio, per i piani in quarzo si consigliano dei prodotti in crema che NON contengano candeggina, che potrebbe opacizzare il piano, se questo ha una finitura lucida.

Terza considerazione: i piani sono ormai, per la maggior parte, antibatterici e trattati in modo che risultino igienici per ogni utilizzo; in ogni caso, evitate di usarli come dei taglieri 😉 Esistono dei bellissimi e comodissimi taglieri in legno, gomma, plastica che saranno perfetti per affettare prosciutti, salami, torte e tutto quello che vi trovate di fronte quando avete in mano un coltello 🙂 Anche se i piani sono molto resistenti, soprattutto ai tagli, perchè rigarli con il coltellaccio da macellaio quando ci sono degli ottimi mezzi alternativi? Io, sul piano in quarzo, ci impasto la pizza e uso il mattarello senza pietà ma…niente tagli!

E ora che avete memorizzato e scritto, con il pennarello indelebile, queste regole sulle piastrelle della vostra cucina…andate e create! 🙂

Annunci
Top:istruzioni per l’uso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...