La prima casa: come sceglierla?!

Prima che io arrivi ad arredare la vostra bella casa, è necessario scegliere quella giusta e su misura per voi 😉

Se siete una coppia di giovani sposini, alla ricerca del primo nido d’amore, esperienza ne avrete davvero poca e quindi dovrete affidarvi al vostro istinto e a ciò che vi dirà il vostro cuore; ovvio, con un occhio di riguardo al portafoglio (di questi tempi è sempre più di moda, ahimé!!). Scegliete una casa che possa ospitare i vostri sogni, che possa abbracciarvi ogni volta che rientrerete dal lavoro e che possa crescere con voi e la vostra famiglia.

Se avete già in mente di spostarvi, in un futuro prossimo, da dove andrete ad abitare, cercate la casa in base alla posizione strategica: vicino al lavoro, per quanto possibile, così che possiate economizzare sui trasporti; non esageratamente grande, in modo che possa ospitare voi comodamente e magari un figlio, e che sia facile da rivendere una volta deciso il trasferimento in un’altra città o in un’altra zona.; magari con la possibilità di apportare qualche modifica alla distribuzione, senza per questo stravolgerne completamente la struttura.

Se invece avete trovato il posto giusto per voi e per far crescere i vostri figli, la scelta della casa sarà decisamente fondamentale; la posizione strategica rimane un punto forte nella scelta, anche per la gestione di scuola, lavoro, corsi, etc…La grandezza della casa dipenderà anche da come pensate di far crescere la vostra famiglia; per questo sarà importante valutare la presenza di almeno due camere da letto (se non tre), di una zona giorno abbastanza ampia e della presenza, se ce ne fosse la possibilità, di due bagni (farà sempre comodo averne uno libero 😉 ). Altro fattore importante sarà l’esposizione alla luce: più luce la casa riceve più benefici ne ricaverete, sia in termini di consumi che in termini di benessere. Un valore aggiunto per la scelta “giusta” potrebbe essere dato dalla possibilità di scegliere tra case ancora in costruzione, dove la possibilità di apportare modifiche al progetto iniziale vi comporterebbe meno oneri e meno problemi di gestione; sarebbe quindi possibile spostare muri e cambiare destinazione dei locali senza per questo stravolgere la casa.

Ci sono poi le richieste più personali, come avere o meno il giardino, abitare in una casa indipendente piuttosto che in un condominio, riscaldamento centralizzato o autonomo, balconi/solai/cantine…insomma, in questo proprio non so come aiutarvi 🙂 Come si dice? De gustibus…

Annunci
La prima casa: come sceglierla?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...