Riscaldare il bagno

Ieri abbiamo parlato di un elemento del bagno molto elegante ma anche ingombrante, come la vasca da bagnoe come ogni stanza, anche il bagno ha diritto ad essere riscaldato come si deve. Col tempo, i classici caloriferi (o radiatori) in ghisa o alluminio, bassi e anche un po’ anti-estetici, sono stati soppiantati da modelli di riscaldamento più all’avanguardia e di design (oltre che meno ingombranti): gli scaldasalviette.

Avete in mente tutti di cosa sto parlando; molto spesso si trovano anche in locali pubblici proprio perché meno dispendiosi dal punto di vista energetico e più facilmente collocabili in spazi anche ristretti. I primi e i più classici sono bianchi, con struttura tubolare e i vari elementi cilindrici orizzontali disposti in modo da poterci appoggiare asciugamani e quant’altro si debba asciugare in bagno.

Come dicevo, questi elementi sono nati per poter eliminare i classici caloriferi senza perdere in potenza di calore; si possono trovare sia nella versione idraulica che elettrica; entrambe le versioni sono di facile montaggio e manutenzione, anche se la seconda non necessita dell’impiego dell’idraulico in quanto basta avere una presa elettrica nei pressi del radiatore. Sistemi nati espressamente per la zona bagno, si sono col tempo “impossessati” anche del resto della casa (e non solo); sia per le dimensioni piuttosto ridotte sia per la loro estetica giovane e leggera.

Molte aziende si sono specializzate nella realizzazione di linee estetiche e di design per rispondere anche ai gusti più difficili; sono stati progettati scaldasalviette con accessori incorporati per renderli utili anche in caso di mancanza di spazio per appenderie e stendi biancheria. Ma vediamo qualche consiglio utile per posizionarli nel modo giusto:

  • in bagno, il posto migliore è nella parete più vicina alla vasca/doccia, in quanto con gli accessori è possibile appendere accappatoi ed asciugamani, oltre che creare quel tepore piacevole mentre ci si lava;images (1)
  • una zona alternativa in bagno è a fianco del lavabo, altro modo per ovviare alla presenza di un porta asciugamani che spesso non trova spazio;images
  • in cucina è utile avere lo scaldasalviette accanto al lavello o comunque in prossimità della zona di lavaggio, sempre per sfruttare lo spazio di appenderia tra un tubolare e l’altro (se scegliete le versioni più tradizionali);brick_04
  • l’ingresso è un’altra zona della casa che crea sempre un sacco di problemi di spazio e dove spesso la casa risulta più fredda, per la vicinanza con la porta esterna; optare quindi per un elemento verticale e sottile, magari con qualche accessorio integrato (porta abiti, mensola svuota tasche) vi permetterà di risolvere in un colpo solo due grossi problemi;utility_011
  • nelle camere da letto, se volete eliminare i classici termosifoni, ricordatevi (per non dover fare opere idrauliche eccessive) di mantenere la posizione vicino alle finestre per permettere alle pareti esposte all’esterno di respirare maggiormente e non creare umidità negli angoli. Esistono delle linee apposta per le camere dei bambini che sono meravigliose!brick1

Dopo i consigli, come sempre, vi invito a visitare qualche sito interessante e rifarvi gli occhi: www.deltacolor.it, www.sciroccoh.it, www.ridea.it

Buona visione!

schema-loop-ridea-1 graffe_071 snake_01 mikado_01 download charming_061 screen_011 download (1) dress_021 snake_05 tris1_687_461_100 143964freesystem4_687_461_100 251419bis01_687_461_100 square_011

Annunci
Riscaldare il bagno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...