Un’idea da realizzare

Ogni tanto sapete che vi rendo partecipe di alcuni progetti che seguo; oggi vorrei mostrarvi la fase embrionale di quello che (si spera!) sarà un progetto realizzato in collaborazione con la F.A. Ristrutturazioni e che permetterà a questo cliente di godersi meglio il patio davanti all’ingresso, sia d’estate che d’inverno.

Si tratta di un pergolato ancorato alla parete della casa che dà appunto sul patio di ingresso e che segue per la metà della profondità la linea diagonale dello spazio aperto. Essendo un’abitazione a pianterreno di una palazzina, ha l’ingresso indipendente e una mura bassa che delimita il giardino. Struttura e copertura completamente in legno, trattato in modo che possa sopravvivere alle intemperie dell’inverno e al sole dell’estate che sta arrivando; i pali di sostegno sono stati pensati con un diametro tra i 12 e i 14 cm, in modo che solo 2-3 siano sufficienti a reggere il peso del totale. Stessa cosa vale per i travi della copertura, ancorati direttamente alla parete di casa e che fungono da elementi di appoggio per le tavole, di circa 7 cm di larghezza e 2 cm circa di spessore.

5 metri di larghezza X 2,5 metri di profondità; lateralmente il pergolato segue la “vela” creata dal muro di cinta diagonale che chiude il patio. Tutto ovviamente realizzato su misura.

Che ne pensate?

 

Un’idea da realizzare

Foire d’automne de Paris

Ieri come avete notato non ci siamo sentiti; per me il sabato è un pò come la domenica per tutti gli altri. Ma solo per il lavoro!

Comunque, oggi, come ogni domenica, mi va di darvi un consiglio per una fiera davvero particolare e sfiziosa; se non sapete ancora dove passare il prossimo weekend di ponte cogliete al volo l’occasione di volare a Parigi per visitare la Fiera d’Autunno.

Save-the-Date-Foire-d-Automne-2015_Tuile_460x320

E’ il secondo anno per questa fiera organizzata nel centro fiere di Parigi, quest’anno ci saranno circa 300 espositori divisi per universi:

  • IMPARARE E INNOVARE: per scoprire le nuove tendenze in ambito di hobby, arredamento e design
  • ESPLORA IL MONDO: come si capisce, quest’area dà la possibilità di scoprire le tendenze e le innovazioni nel resto del mondo, anche in fatto di cibo e turismo
  • PRENDERSI CURA DI SE’: uno spazio riservato alla cura della persona, sia fisica che spirituale, con percorsi tematici rivolti anche allo sport (nutrizione e allenamento)
  • DELIZIARE: tutto quello che riguarda il mondo della cucina, dagli elettrodomestici ai vini, nuove tendenze e innovazioni per chi ama cucinare e osservare i grandi chef all’opera
  • VIVERE LA CASA: ecco la parte che vorrei assolutamente visitare!Tutto quello che vi può servire per rinnovare la vostra casa, in termini di materiale e suppellettili, consigli e soluzioni per vivere anche il vostro giardino e lo spazio esterno, come gestire lo spazio per i bambini e nuovi modi di riscaldare la casa

Io, purtroppo, per motivi di lavoro non potrò andare, ma non vedo l’ora di sentire le vostre impressioni, se mai riuscirete a visitarla.

www.foiredautomne.fr

Foire d’automne de Paris

Arredare con la Natura

Qualche tempo fa abbiamo trattato in una serie di articoli lo spazio esterno, e vi ho illustrato i vari modi per poterlo vivere al massimo e senza sprecare neppure un cm disponibile. Ma se non avessimo un giardino? E abitassimo, magari, in un palazzo con decine di piani e balconi microscopici? Non agitatevi, c’è una soluzione per tutto, anche per questo!

Si tratta di affrontare la situazione da un altro punto di vista, pensando al giardino come ad un elemento non più confinato solo all’esterno; ecco che arriva il giardino verticale. Come suggerisce il termine stesso, si tratta propriamente di un giardino sviluppato lungo una parete per tutta la sua altezza (parete che può essere interna o esterna); si tratta di un giardino a cui serve necessariamente un supporto per poter crescere e fiorire, modulare e di facile montaggio. Sono supporti sia autoportanti che da appoggio, a terra o a parete, fissi o mobili; permettono una corretta manutenzione delle piante, sia per quanto riguarda l’irrigazione che la loro crescita. Ovviamente chi produce questi supporti offre anche consulenza in merito ai tipi di piante più adatte da essere utilizzate, per evitare di ritrovarvi una foresta tropicale ad invadere il salotto o, peggio, una moria generale di ciò che avete piantato.

Come dicevo, sono supporti che si possono applicare sia all’esterno che all’interno dei vostri appartamenti, in modo da creare un ambiente accogliente e verdeggiante anche nelle vostre stanze o nei vostri uffici; si sa che il verde, come colore, è predominante in natura e ha la caratteristica di trasmettere pace e serenità, un senso di quiete utile anche (e soprattutto) negli ambienti lavorativi, dove spesso capi e colleghi mettono a dura prova la nostra pazienza. Secondo alcuni studi le piante aiutano a migliorare i rapporti tra chi lavora a stretto contatto, aumentando la produttività e diminuendo lo stress; per questo le troviamo molto spesso nei grandi uffici open space. Come anche nei locali pubblici e nelle strutture sanitarie, dove la calma e la tranquillità aiutano il paziente ad affrontare meglio ciò che lo attende.

Anche a casa è necessario poter avere uno spazio di relax, quando non si ha la possibilità di sfruttare l’esterno, chiudendo fuori problemi quotidiani e rumori fastidiosi; inoltre le piante producono ossigeno ed eliminano gran parte dell’anidride carbonica che produciamo con la respirazione, quindi hanno anche un effetto benefico sull’aria che respiriamo.

E perché non sfruttare questi supporti, invece, per coltivare spezie ed odori? Sarebbe un ottimo modo per sfruttare una parete della vostra cucina facendo crescere basilico, salvia, timo, rosmarino, profumati e utili soprattutto per chi ama cucinare. Niente giardino significa, anche, niente orto; allora spazio alla creatività e costruite il vostro orto in casa!

Quando guarderete le foto vi verrà voglia di averne almeno uno a casa vostra, magari nel salotto o nello studio; e, perché no, anche sul balcone! Avrete la possibilità di ravvivare una zona semplicemente con 4 piante posizionate nel modo giusto e con i colori adatti; vi invito, come sempre, a dare un occhio al sito dell’azienda da cui ho preso spunto per questo articolo e che mi ha ispirato molto www.greenhabitat.it.

Se però non volete acquistare i supporti, ma farveli da voi, vi lascio anche qualche immagine con qualche idea davvero bella e creativa, oltre che economica; e poi non dite che non penso a tutti voi 😉

images (9) images (13) images (4) images (14) images (20) images (6) images (5) images (15) 13-dopo abitazione-dopo giardino-dopo salotto-dopostudio-dopo stanza-dopo images (11) images (3) images (12) edificio-con-giardini-orti-verticali images images (16) download images (21) images (17) download (1) images (2) images (8) images (10) images (18) images (19) images (7) images (1)

Arredare con la Natura

Vivere il giardino…tende da sole

Un altro modo per poter vivere il vostro spazio esterno è sicuramente quello di offerto dalle tende da sole per esterno.

Non tutti possono permettersi, sia in termini di spazio che di costo, il posizionamento di una vera e propria struttura fissa; ecco come potrete godere di qualche ora di riposo e di ombra nel vostro patio o anche semplicemente sul vostro balcone.

Tutto quello che vi serve, in effetti, è una parete a cui poter agganciare la tenda da esterno; possono essere di diverse grandezze, con diversi meccanismi di azionamento e diversi tipi di apertura. Cerco di spiegarmi meglio.

Ci sono le cosiddette tende a bracci: in questo caso hanno dei bracci estensibile che permettono l’apertura regolabile attraverso un movimento a mulinello o un telecomando (nel primo caso saranno manuali, nel secondo elettriche). Questo tipo di tende si possono applicare sia a parete (giardino e balcone) sia a soffitto (molto più frequenti nei balconi).

La seconda tipologia è quella delle tende a caduta: questa è una tenda adatta principalmente per i balconi e terrazzi perché, come dice la parola stessa, cade verticale rispetto alla struttura portante schermando completamente la parte retrostante dalla luce.

Terza in ordine di scelta c’è la tenda a cappottino: vi sarà sicuramente capitato di vederla in molti alberghi e in molte strutture commerciali che affacciano sulla strada; questa è una tenda classica ed elegante, che permette di creare ombra dove è necessaria ma nel contempo permette all’aria di circolare bene. A differenza delle due precedenti, in questo caso è necessario srotolare tutta la tenda per poterla utilizzare (nei precedenti si poteva scegliere la lunghezza/altezza di utilizzo).

Poi passiamo a tende di grandi dimensioni, come le tende ad attico/guide laterali: questa tipologia è indicata principalmente per spazi molto grandi come giardini e terrazzi che coprono una superficie importante (come nel caso degli attici appunto). Hanno una struttura laterale che permette alla tenda di scivolare ed aprirsi senza problemi e hanno bisogno di un aggancio sia al soffitto che alle pareti laterali.

Tornando ai nostri amati gazebi pergolatiabbiamo a disposizione le tende a pergolato: vi avevo già accennato della possibilità di avere una copertura a telo per le nostre strutture fisse. Potrete scegliere tra tende con apertura a pacchetto (le immagini saranno decisamente esplicative) o tende fisse intersecate alle travi della struttura.

Infine, proprio per chi di scegliere strutture fisse o semi fisse non ne vuole sentir parlare, esistono i tradizionali ombrelloni: non pensate però a quelli da spiaggia. Ce ne sono di dimensioni, colori e strutture sempre più particolari, per poter dare al vostro dehor quel tocco in più, che male non fa.

tende a cappottino  tende a pergolato tenda a pergolatotenda ad attico tenda a pergolato ombrellone tenda ad attico tenda a pergolato tenda a bracci estensibili ombrellone tende-a-caduta

Vivere il giardino…tende da sole

Vivere il giardino…parte 1

Non so voi ma io ADORO il giardino!Certo, bisogna innanzitutto averlo, un giardino. E chi ha questa fortuna di solito cerca di sfruttare al massimo le potenzialità nascoste del suo piccolo angolo di paradiso. Perché, c’è da dire che quando la giornata ti mette a dura prova e la pazienza sembra terminata, basta buttare un occhio al verde fuori per ritrovare un po’ di quella pace interiore che tanto cerchiamo in ogni singolo momento della nostra vita.

Per questo ho deciso di iniziare una serie di articoli a tema “verde” e non solo, per aiutare chi magari non ha tutta questa dimestichezza col proprio pollice verde o magari non ha il tempo materiale per coltivarlo.

Di solito chi ha un giardino tende a utilizzarlo solo nella bella stagione, o comunque in quei periodi dell’anno in cui il sole e il caldo ne fanno da padroni. Avete mai pensato di poter stare sulla vostra sdraio preferita, a leggere il vostro romanzo del cuore e sorseggiando un tè freddo anche in inverno? Bene, si può.

Cominciamo dicendo che d’estate si può optare per la realizzazione (in fai da te o tramite esperti del settore) di una struttura (gazebo) sia in legno che in alluminio che vi permetta di trovare ombra anche dove di alberi non se ne vedono. La struttura normalmente è ancorata a terra tramite delle piastre, più o meno grandi a seconda della dimensione e del peso del suo scheletro, ed è composta principalmente da 4 pali di sostegno (solitamente è di forma quadrata o rettangolare) posizionati nei 4 vertici. La copertura può essere completamente chiusa (come nel caso di falde in legno) o parzialmente aperta (se si opta per una parte in legno e una in tessuto); in entrambi i casi i materiali utilizzati dovranno essere impermeabili e trattati per stare all’aperto, anche in caso di intemperie. Ai lati, invece, il gazebo può essere completamente aperto (se lo si utilizza solo d’estate) oppure si possono predisporre delle vele di protezione (di solito in materiale plastico) in modo da poter sfruttare la struttura tutto l’anno (pensate ai gazebi usati da bar e locali all’aperto, il concetto è il medesimo).

Questa soluzione è da preferire nel caso di giardini ampi, dove una struttura permanente non sia d’intralcio per l’utilizzo del resto dello spazio; considerate che in questo caso si dovrà predisporre anche una base piastrellata in modo da non stare a contatto col terreno (soprattutto in inverno); ma di questo parleremo nei prossimi articoli.

Se invece il giardino non è troppo grande, la soluzione migliore è quella di gazebi “apri e chiudi”, cioè in materiale completamente plastico (o tessuto impermeabile), con struttura pieghevole, che vi permette di spostarlo e chiuderlo ogni volta che ne avrete necessità. Io, per esempio, ho optato per questa soluzione, dato che il mio giardino non è così grande da posizionare una struttura stabile.

immagini da www.gazebodesign.it

GAZEBO-CLASSICO-ISPRAGAZ.-capriata-2GAZEBO-VELAGAZEBO-X-STYLEdehor_barocco dehor_ambra_calimera vela-1

Vivere il giardino…parte 1

Il giardino coperto

Chi di voi ha la fortuna di avere un giardino davanti o addirittura intorno alla propria casa, ha la possibilità di godersi la bellezza della bella stagione a 360°; c’è chi predilige il giardino classico con l’erba stile inglese (sempre ben curata e tagliata, per chi ha la passione e la pazienza 😉 ) e chi invece preferisce avere più zona pavimentata, con la possibilità di posizionare sedie e tavolo, magari un barbecue o una griglia, un ombrellone per proteggersi dal sole e, perchè no, una bella sdraio dove prendere il sole 🙂

In entrambi i casi ci sono, oggi, svariate possibilità di rendere il vostro giardino ancora più bello e accogliente grazie alla consulenza di esperti, gli EXTERIOR DESIGNER, professionisti nel campo della progettazione per esterni; dalla scelta del rivestimento della casa alla posizione migliore per fiori e piante, queste figure potranno aiutarvi ad esprimere al meglio la vostra personalità e la vostra idea di giardino.

E perché non pensare di rendere il vostro giardino utilizzabile anche nelle fredde giornate d’inverno?Che sensazione sarebbe poter festeggiare il Natale sotto una cascata di neve?Si può realizzare anche questo, con le strutture e le coperture adatte per l’esterno e l’aiuto di chi ha fatto della propria passione per la natura un lavoro. Immaginate quanto sarebbe suggestivo pranzare circondati da grandi vetrate luminose e travi in legno di larice, mentre fuori nevica; avrete incorporato il giardino nella vostra casa, senza rinunciare alla bellezza della natura 🙂

    

Il giardino coperto